Addominoplastica

Rilassamento, perdita di elasticità e tono della cute addominale associati o meno a un moderato accumulo di tessuto adiposo possono essere corretti con un intervento chirurgico di addominoplastica.

L’operazione consiste nello ‘stiramento’ della cute addominale verso il basso con asportazione del tessuto in eccesso. Nella maggior parte dei casi è necessario praticare un’incisione immediatamente sopra il pube lunga da una spina iliaca all’altra, disconnettere l’ombelico dalla cute circostante e riposizionarlo in sede dopo l’asportazione della pelle esuberante. Nel caso in cui sia indicato, durante l’intervento si procede al riavvicinamento dei muscoli retti dell’addome, spesso allontanatisi tra loro in seguito a gravidanze o alla pressione viscerale.

Solitamente l’addominoplastica viene eseguita in anestesia generale con almeno una notte di ricovero in ospedale e il decorso post-operatorio richiede come minimo due settimane di riposo e un mese di astensione da sforzi fisici intensi.

In caso di eccesso cutaneo contenuto può essere sufficiente una mini-addominoplastica, con incisione ridotta e senza trasposizione dell’ombelico.

All’addominoplastica può essere associata una modesta liposcultura dei fianchi.

E’ importante segnalare che l’addominoplastica non è in grado di far dimagrire, ma riconosce l’indicazione elettiva nelle persone che hanno già ottenuto un calo ponderale a cui ha fatto seguito il rilassamento della cute addominale.

DR. GABRIELE MEVIO

Specialista in chirurgia plastica, estetica e ricostruttiva

C.F. MVEGRL72P26I829G

P.IVA 00903750149

CONTATTI

via Filippo Argelati,44 

20143 Milano

Tel. 02  39628143

Mobile +39 3495866489

gabrielemevio@yahoo.it